Storie sulla dipendenza da gioco d’azzardo

Continuo a mettere in gruppo i racconti, condivisi qui nel blog, che parlano di una specifica tematica. Nei racconti che scrivo, mi sono trovato a raccontare di alcune tematiche importanti e alcune problematiche. Girando i quartieri e osservando persone e l’ambiente in cui si lavora, sono molte le storie che ho ascoltato e osservato afflitte da questa piaga: la dipendenza da gioco d’azzardo o ludopatia. Storie che coinvolgono persone di tutte le età, vissuti drammatici che hanno coinvolto intere famiglie. Ho voluto scriverne in questi due racconti, facendo capire, anche, che si può essere aiutati e venirne fuori. Slot: https://storiequalunque.com/2017/02/25/slot/Continua a leggere Storie sulla dipendenza da gioco d’azzardo

Storie di lavoro educativo

Ho deciso di raggruppare in questo articolo, tutti i racconti e i pensieri condivisi, finora, qui nel blog sul lavoro educativo e sulla figura professionale di noi educatori. Così per chi lo desiderasse, può trovarli qui sotto tutti insieme. La verifica: https://storiequalunque.com/2021/12/04/la-verifica/ Educativa di strada: https://storiequalunque.com/2018/09/19/educativa-di-strada/ Indossa la corazza – Burnout https://storiequalunque.com/2021/03/29/indossa-la-corazza-burnout/ Educativa estiva: https://storiequalunque.com/2021/07/25/educativa-estiva/ Una castagna scaccia paura: https://storiequalunque.com/2020/10/29/una-castagna-scaccia-paura/ Educativa a distanza: https://storiequalunque.com/2020/04/23/educativa-a-distanza/ Quando tutto rimane sospeso: https://storiequalunque.com/2021/02/02/quando-tutto-rimane-sospeso/ Un provvidenziale blackout: https://storiequalunque.com/…/un-provvidenziale-blackout/ Il ruolo: https://storiequalunque.com/2019/01/31/il-ruolo/ Vita da educatore: https://storiequalunque.com/2018/11/19/vita-da-educatore/ 18/01/2022 Rocco Carta Continua a leggere Storie di lavoro educativo

L’autore del racconto sono io

Già, l’autore di “Storia della signora solidarietà” che potete leggere su questo blog dal 2019: https://storiequalunque.com/2019/11/27/storia-della-signora-solidarieta/ Sono io: Rocco Carta. Perché scrivo ciò, semplicemente perchè ieri su Youtube mi hanno fatto notare questi due video: https://youtu.be/r1kPEX2K-yE https://youtu.be/4K-LrVBRKqM Sono davvero molto belli e ringrazio l’autrice dei video e la voce narrante. Ma il racconto non è di Gianni Rodari ma bensì mio (ringrazio per l’accostamento al maestro, ovviamente). I miei racconti su questo blog si possono usare e condividere tranquillamente, chiedo solo la correttezza nel citare l’autore del racconto usato (vi sono racconti qui nel blog, anche di altri autori). Probabilmente … Continua a leggere L’autore del racconto sono io

Correre dietro i propri sogni

Mi hanno detto sempre di non smettere di inseguire i sogni, allora ho cominciato a correre per raggiungerli. Andavano a passo spedito, difficili da prendere. Molti sono arrivati al traguardo con un netto distacco, altri solo a un soffio dall’afferrarli. Alcuni li ho raggiunti e qualcun altro l’ho messo in tasca, anche se cerca spesso di fuggire. Uno l’ho proprio voluto, inseguito, agognato e adesso sto cucendo, con mano da sarto, il vestito più adatto a presentarlo alla sua serata di gala. Di sogni ne ho ancora tanti, alcuni nel cassetto, altri pronti a spiccare il volo. A correre sono … Continua a leggere Correre dietro i propri sogni

Buone feste!!!

Ed eccoci giunti a un altro Natale e alla fine di un altro anno. Un altro Natale da vivere, purtroppo, nel pieno di una pandemia. Nonostante ciò, quello cui tengo molto, è far arrivare a tutti voi che seguite questo sito, i migliori auguri di buone feste e felice anno nuovo, seguito dal più grosso abbraccio. Dal sottoscritto e da tutti i personaggi dei miei racconti: Auguri!!! Ci vediamo nel 2022 con tante novità… Rocco Continua a leggere Buone feste!!!

La verifica

“Gianni, domani ci sei durante la verifica di storia vero?” “Si ci sarò!” “Mi suggerisci?” Una voce si aggiunge da un altro banco: “Ci suggerisci? Ti paghiamo se vuoi…” – richiesta accompagnata da una risata nervosa. Quante volte mi è stata fatta questa richiesta, prima di una verifica scritta, in una classe in cui ho lavorato o lavoro. Ho perso il conto! “Sapete benissimo che non lo farò, ma sarò qui a darvi tranquillità, sostenervi e, se serve, a darvi qualche input per rispondere al meglio alle domande.” “Uff…” “Carlo, ora io e te ci prepariamo una mappa concettuale e … Continua a leggere La verifica

Le vere paure

Fin da piccoli ce lo hanno insegnato: “Attenti al lupo”. Ma il lupo chi è? Non c’era sera prima di addormentarsi, senza la minaccia di un uomo nero pronto a portarci con sé Ma l’uomo nero chi è? Poi che dire del possibile intervento, se non ci fossimo comportati adeguatamente, delle streghe brutte e cattive. Ma le streghe chi sarebbero? Dove vivono? Fare paura, mettere paura, spaventare: questo il mondo adulto voleva insegnare attraverso le storie. Sbagliando i personaggi. Avete mai visto, davvero, un lupo cattivo grande e grosso sotto casa vostra o forse al supermercato? Il famigerato uomo nero? … Continua a leggere Le vere paure

2 ottobre – Giornata Internazionale dell’Educatore Professionale

Oggi 2 ottobre ricorre la giornata internazionale dell’educatore professionale. La mia professione e quella di tantissime e tantissimi colleghi. Nella definizione “educatore professionale” ho cercato, a ogni lettera, parole da associare che potessero definire il lavoro educativo, sul come e su cosa si sviluppa, come opera e dove si interviene, sulle qualità e professionalità che potessero far cogliere l’importanza di questa professione. Ve ne sarebbero molte altre, ma queste sono quelle che ho scelto, in questo piccolo gioco, come augurio a tutta la categoria. Auguri colleghe e colleghi e buon lavoro. E empatia D disagio U umanità C crescita A … Continua a leggere 2 ottobre – Giornata Internazionale dell’Educatore Professionale

Il gatto più magico che c’è

“Teresa, è ora di fare la nanna. Metti il pigiama, lava i denti e poi dritta a letto, ok? “Va bene, ma poi mi racconti una storia?” “Certo, amore mio.” Teresa infila il pigiama e corre a lavarsi i denti, mentre il padre finisce di mettere in ordine la cucina, tanto lo sa che l’operazione richiederà un certo tempo. Lavati i denti, Teresa si precipita dalla mamma e dopo un po’ di coccole e qualche bacetto, recuperato il suo orsetto Teddy, senza il quale non riuscirebbe a dormire, entra nella sua cameretta e si infila sotto le coperte. “Papààà, io … Continua a leggere Il gatto più magico che c’è

Educativa Estiva

Uhm… Lo so, un racconto non dovrebbe mai iniziare con un uhm, è una cosa che risulta fuori dagli schemi canonici di ogni corso di scrittura creativa e molti puristi della scrittura perfetta, sicuramente, storceranno il naso. Ma io di mestiere non faccio lo scrittore, bensì l’educatore e, visto che “la forma” devo rispettarla ogni volta io scriva una relazione, compili un documento o aiuto nella didattica un alunno, in questo caso mi tolgo lo sfizio di cominciare con una bella interiezione. La forma è importante, ma cazzarola, alle volte può essere anche stravolta, no? Bando alle ciance: mi chiamo … Continua a leggere Educativa Estiva